ENTE CONCERTI CASTELLO DI BELVEGLIO

ente morale
 

L’ENTE CONCERTI CASTELLO DI BELVEGLIO si é costituito nel 1976 da Marlaena

Kessick, Marcello Abbado, il Sindaco pro tempore di Belvelgio, il parroco di

Belveglio, rappresentanti della Provincia di Asti e dell’Ente Provinciale del

Turismo, e un rappresentante della Cassa di Risparmio di Asti. Gli scopi

prefissi sono una funzione culturale che attraverso l’attività senza fini di

lucro offre concerti di musica classica e contemporanea con diffusione ed

educazione della conoscenza musicale a studenti e lavoratori dei differenti

settori, oltre alla promozione di giovani musicisti attraverso concorsi.

Al Castello di Belveglio ogni anno si effettuano vari concerti di musica da

camera, e nel corso degli anni sono stati effettuati in Piemonte oltre 1.500

concerti ad ingresso gratuito con la partecipazione di grandi solisti (Orch. Sinfonica RAI di Milano, Quartetto della Scala, Severino Gazzeloni, Bruno Canino, Maxence Larrieu, Sandro Massimini, Piero Toso, Giuseppe Di Stefano, Anna Maria Cigoli, Sergio Perticoroli, ecc., ecc. Oltre all’attività concertistica che si estende in tutta Italia, organizza il Concorso Internazionale “Giulietta Simionato” per cantanti lirici, il Concorso di Esecuzione Musicale di Alice Bel Colle, ed il Concorso Nazionale di Composizione (dal 1987). Dall’anno 2002 l’Ente Concerti Castello di Belveglio organizza presso la Fondazione Passarelli di San Marco di Castellabate (Salerno) i Corsi Musicali Estivi. L’Ente é sostenuto dalla Regione Piemonte e da varie fondazioni. Tra i numerosi rinomati musicisti invitati nelle giurie dei Concorsi: per il Concorso Nazionale di Composizione si sono alternati Goffredo Petrassi, Azio Corghi Giacomo Manzoni, Roman Vlad; e per il Concorso Internazionale “Giulietta Simionato” per cantanti lirici di cui fu presidente

onorario Carlo Maria Giulini, Giuseppe Valdengo, Luis Alva, Jenny Anvelt, ecc., oltreché rappresentativi concertisti internazionali.
                                                Direttore artistico e legale rappresentante é la flautista, direttore                                                                                                    

                                                d’orchestra e compositrice milanese MARLAENA KESSICK.    
                                                Diplomata a pieni voti al Conservatorio di Milano,

                                                ha studiato Composizione con Franco Donatoni, Direzione    

                                                d’orchestra con Antonino Votto, Canto Lirico con Lina Pagliughi
                                                ed Ettore Campogalliani.
                                                Concertista di fama internazionale, ha registrato per radio-
                                                televisive RAI (Italia), RSI (Lugano), Radio Suisse Romane
                                                (Zurich), Radio Klagenfurt, con tournées negli Stati Uniti, Germania, Austria, Romania e 14 registrazioni solistiche di dischi LP e CD: Vincitrice del Concorso Ministeriale per Titoli ed Esami, docente al Conservatorio di Milano per 39 anni fino al 2005, é stata per 15 anni Primo Flauto Solista dell’Orch. Pomeriggi Musicali di Milano

oltrechè docente per 15 anni dei Corsi di Perfezionamento di Lanciano (CH) e di altri corsi internazionali. Ospite direttore d’orchestra della RAI Sinfonica di Milano, Classica Alessandria, Radio TV Svizzera Italiana, Conservatorio di Parigi, Filarmonica di Arad, Sinfonica di Bacau, Filarmonica di Craiova e altre, ha formato nel 1987 l’Orchestra da camera “I Solisti di Asti” ed é

attualmente direttore stabile della Scarampi Foundation Symphony. Le sue composizioni sono pubblicate da Ricordi, Berbèn, Peters, International Music Co., Curci, Rugginenti, Sonzogno, Zanibon e altri. E’ autrice della Flauto Terapia e del libro “Il Flauto, Passione di Ragazzi e di Re”. Insignita di numerose benemerenze quali l’Asti d’oro, Premio Donna 10 e lode, Premio Barlet,

Premio Kodaly per la Musica, Premio alla Carriera FALAUT, e nel 1993 il Cavalierato per l’Ordine di Merito della Repubblica Italiana, é stata ricevuta tre volte da Papa Giovanni XXIII.